La Parrocchia di Pieve Cesato ha completato i lavori nella Struttura delle Opere parrocchiali combaciati nel 50° anniversario della Ordinazione Presbiterale dell'Arciprete Mons. VITTORIO SANTANDREA.

La inaugurazione ufficiale si è svolta nella terza domenica di ottobre 2018 in occasione della Festa annuale alla MADONNA DEL POPOLO venerata nella Chiesa della Comunità.

Ora tutto è bello e nuovo. Spetta ai nostri giovani, che sono i parrocchiani di domani, mantenere in buono stato quanto con fatica è stato realizzato.

 



 

 

 

 

 

 

RIAPRONO in Parrocchia:                                                              

il Nido d’Infanzia – la Scuola Materna “Don Bosco” – il servizio del Dopo la Scuola poi, a suo tempo, anche il CREE.

La Parrocchia San Giovanni Battista in Pieve Cesato è l’Ente Gestore di queste attività.

Nell’anno scolastico 2016/2017 abbiamo: n.21 iscritti al Nido d’Infanzia (il massimo che possiamo accogliere) ; n.40 iscritti nella Scuola Materna (numero massimo) e n. 22 iscritti nel Dopo la Scuola. Il Totale è presto fatto, ogni giorno abbiamo n. 83 bambini + n.11 persone (insegnanti, cuoca e dada). Nella gestione di tutto questo, il Legale Rappresentate mons. Vittorio Santandrea riconferma il Gruppo Operativo composto da Melandri Tiziano, Calderoni Imerio e Zama Michele che già fanno parte del Consiglio degli Affari Economici della Parrocchia.

Le varie competenze affidate al Gruppo Operativo sono state  suddivise per rendere più funzionale la conduzione amministrativa e burocratica delle attività legate alla Parrocchia come un “cordone ombelicale”! Questa collaborazione è certamente un segno dei tempi che darà spunto anche ad altre realtà perché abbiano a continuare la loro missione in momenti di difficoltà e di grandi trasformazioni.

Sono certo di esprimere i sentimenti di gratitudine e di riconoscenza anche dell’intera Comunità nei confronti di questi Collaboratori, del Corpo Insegnate e Ausiliario che, con la loro professionalità e testimonianza, interpretano quanto già scriveva nell’Enciclica Sociale Papa Benedetto: Impegnarsi per il bene comune è prendersi cura di quel complesso di istituzioni che strutturano il vivere sociale cominciando dai più piccoli…”                                                 SmV.

                                   

 

 

 

Nell'anno 2018/2019 gli iscritti alla Catechesi dei ragazzi dalla prima elementare al Gruppo del 1° anno delle superiori sono n.101.

Sono già molti i Genitori che fanno importanti scoperte durante l'anno di Catechismo: si fanno carico del loro compito di genitori-educatori, vedono con occhi nuovi la Comunità parrocchiale, diventano collaboratori del Parroco e dei Catechisti.

Grazie al Catechismo e alla testimonianza cristiana, molti stanno riscoprendo l'importanza della preghiera con i figli e si aprono a domande sulla fede che non si ponevano più da tempo.

Per aiutare i Genitori a riconquistare il proprio ruolo, è necessario creare occasioni per riaprire il discorso sulla fede e per poterla testimoniare e raccontare ai figli in famiglia.

La FEDE SI RESPIRA CON L'ARIA DI CASA

In questo momento storico si sente molto l'esigenza di passare, soprattutto con i più piccoli, da una Catechesi gestita da "esperti" a una Catechesi sviluppata dalla famiglia stessa.

"Se il dono della Fede è vissuto in profondità, è una esperienza che non resta solitaria perchè crea la necessità di condividerla con altri. San Paolo l'ha sintetizzato con " Guai a me ne non annuncio il Vangelo" (1 Cor.9,16).

Quando la Fede si chiude in sé stessa si pone nella condizione di bloccarsi nel suo sviluppo perché "la Fede si rafforza donandola".

 

banner video

Le Attività Pastorali

Il Giornalino

Che tempo che fa

Cannot get Faenza location id in module mod_sp_weather. Please also make sure that you have inserted city name.