PARROCCHIA DI PIEVE CESATO Anno Pastorale 2017/ 2018

                                                         * ravviva la fede che è in te,

  1.                                           * un significato alla Domenica,

                                         * il tuo servizio alla Chiesa.

    L’apertura del nuovo anno pastorale e catechistico in Parrocchia porta a prendere in considerazione il piano pastorale diocesano e a fare delle riflessioni per vedere cosa sia possibile fare, in Parrocchia, con i mezzi e le persone che si rendono disponibili per una fattiva collaborazione. E’ vero, l’ottimo sarebbe quello di avere sempre collaboratori competenti, disponibili, di grande fede e di testimonianza autentica, ma non va dimenticato che Gesù chiese la disponibilità a dei pescatori e non ai sapienti e ai dotti del Tempio! Diciamo quindi grazie a quanti hanno già rinnovato la loro disponibilità: Genitori, Catechisti e aiuto Catechisti.

    All’inizio dell’anno pastorale, durante la Santa Messa della Comunità, abbiamo dato il mandato e abbiamo pregato il Signore che accompagni i Catechisti nel loro servizio di formazione cristiana, e si lascino coinvolgere interiormente nella missione che il Signore Gesù affida, tramite il mandato del Sacerdote, responsabile della Comunità.

  2. Resta comunque inteso che i GENITORI sono i primi e indispensabili educatori della fede dei figli.

  3. Ben sapendo che la “delega” nel campo della formazione non è mai la miglior cosa, rimettiamo al centro della nostra attenzione (quando dico “nostra” intendo tutta la Comunità parrocchiale) le famose tre R: Risorto, Relazioni, Riposo.

    • La nostra Fede si fonda proprio sul fatto che Gesù è risorto. Lo ribadisce San Paolo nella sua 1° lettera ai Corinti 15,1 se Cristo non fosse risorto, superflua e vana sarebbe la nostra fedesarebbe tutto un non senso e una perdita di tempo!

    Siamo ancora nell’anno della Fede e ci chiediamo quali passi in avanti abbiamo fatto come persone singole e come Comunità.

    • Il mondo che ci circonda ci vuole “singol” in tutto, sei tu che devi consumare, sei tu che devi divertirti, sei tu che devi essere al centro, sei tu che devi avere questo e quello. Oggi, pur con tutti i mezzi di comunicazione, siamo tremendamente delle persone sole, oramai “ neanche un prete per chiacchierar….” Così diceva la canzone di A. Celentano. La relazione è fatta di parole ma anche nello stare insieme in famiglia e nella Comunità…è un valore da riscoprire. Incentiviamo dunque la rete delle nostre relazioni.
    • La domenica è il giorno del Signore e della Comunità poi dovrebbe anche servire per riposare, per “staccare” come si suol dire. Molte volte, invece, la domenica diventa il giorno della grande fatica. Ci vestiamo a festa e diventiamo incapaci di fare festa!

    Ma non è una bella testimonianza l’andare a Messa, di domenica, per ringraziare il Signore e trovarci tutti insieme?                                     SmV.

                                                                                               *********************************** 

IL CONSIGLIO PASTORALE

Il Codice di Diritto Canonico tratta del Consiglio Pastorale Parrocchiale nel Capitolo V° ai canoni 511- 514. Non è d'obbligo ma può certamente servire per: studiare, valutare e proporre conclusioni operative su ciò che riguarda l'attività pastorale della Parrocchia.

  1. Il canone 512 chiede che il Consiglio Pastorale sia composto da fedeli che siano in piena comunione con la Chiesa cattolica; scelti in modo che attraverso di loro sia rappresentata tutta la Comunità, di fede sicura e che si distinguano nei buoni costumi e prudenza.
  2. Il canone 513 chiede che il Consiglio Pastorale sia costituito a tempo determinato e secondo le disposizioni degli statuti dati dal Vescovo diocesano.
  3. Il canone 414 chiede che il Consiglio Pastorale sia convocato e presieduto dal Parroco della Parrocchia e, se vacante, dal Vicario Foraneo; detto Consiglio gode solamente di voto consultivo. Nel secondo paragrafo dello stesso canone si chiede che il Consiglio Pastorale sia convocato almeno una volta l'anno.

 

PER IL RINNOVO DEL CONSIGLIO PASTORALE PARROCCHIALE DI PIEVE CESATOCons.pastorale

"

 

Sempre con più insistenza, specialmente nelle riviste specializzate, si chiede di ripartire dalla Parrocchia come Chiesa presente nel territorio con la sua specifica vitalità.

Oggi si dice che la Parrocchia deve essere ripensata prima ancora che riorganizzata.   Ciò è sì dovuto alla diminuzione dei Sacerdoti, ma anche perché aumenta la mobilità delle persone che si trovano a frequentare più contesti di vita. Urgono cambiamenti tali che potrebbero produrre mutamenti profondi. Stanno nascendo le Unità/Comunità Pastorali che – per forza di cose – dovranno impostare e strutturare una gestione interparrocchiale delle risorse spirituali e materiali.     I campanilismi non hanno futuro; tutti siamo chiamati a vivere e a gestire i cambiamenti.

Dove non Uno deve fare tutto, ma dove Tutti possono collaborare.

"Mettersi insieme è un inizio; rimanere insieme è un progresso; lavorare insieme un successo" (di Henry Ford"

1. BIANCHEDI STEFANO: Coordinatore delle attività pastorali, Segretario, e alle Comunicazioni.

La tenuta e l’aggiornamento dell’anagrafe parrocchiale. Il giornalino “La Nostra Pieve”.

La convocazione del Consiglio Pastorale insieme al Parroco. La Redazione dei verbali.

E’ aiutato da: Barzanti Silvia, Zannoni Silvia,……………………

2. ZAMA ANGELA: Coordinatrice della Commissione Famiglia

E’ referente diocesana. Collabora per la Festa della Famiglia e Anniversari di Matrimonio. Le nuove famiglie della Comunità. Coordina: per la Giornata della Vita,per il Centro di Aiuto alla Vita. Gli incontri degli anziani. Aiuta il Parroco a portare l’Eucarestia agli ammalati.

E’ aiutata da: Anna Maria Gottarelli, Rustichelli Giuliana, Raffoni Alice, Fabbri Giuliana, Zannoni Silvia, ………………………………. ……………………………………………………..

3. ZAMA MICHELE: Coordinatore della Commissione liturgica. I Ministeri istituiti e ordinati.

E’ referente diocesano. Incoraggia i Ministeri istituiti e ordinati.   E’ aiutato da:

-Cattani Rosanese e Staff. per la pulizia della Chiesa.

-Montevecchi Maria e Timoncini Angela per la biancheria della Chiesa.

-Bandini Rita e figlie per i fiori negli altari.

-Ricci Rosa per il Canto liturgico

-Timoncini Roberto, Nertil Tabaku per gli addobbi, i candelieri, le statue.

-Ricci Rosa, Zama Antonietta, …………….. per la sistemazione della Chiesa in occasione di:Battesimi, Matrimoni, Funerali. L’allestimento per le Celebrazioni esterne alla Chiesa. La preparazione di ciò che serve per le Processioni.

-Calderoni Alide per le vesti dei Battesimi

-Savini Mattia  coordinatore per il servizio all’altare.Sistemazione della Chiesa per le varie celebrazioni (vesti liturgiche, vino, acqua, ostie, lezionari. Lampade votive e del Santissimo. Accensione e spegnimento del microfono.   Accensione e spegnimento del riscaldamento. Apertura e chiusura della Chiesa.

4. CATTANI MARTA: Coordinatrice della Commissione Caritas.

E’ referente diocesana. Si interessa delle seguenti giornate: della Pace; della Infanzia Missionaria; delle Missioni; delle Vocazioni/Seminario; dell’Opera di Santa Teresa, dell’Obolo Carità del Papa, della Vita, Centro di aiuto alla Vita, Ami, …delle Emergenze.

E’ aiutata da: Ancarani Alan 349.3812995, (Brunetti Sarah 349.2365655 o Vernarecci Ivan 348.7415603), da……………………………………

5. BOSI MIRKA: Coordinatrice della Commissione Catechesi/Formazione – Spazio compiti – Cree – Campi estivi – Sport.

E’ referente diocesana.

E’ aiutata da:

- Il Gruppo dei Catechisti e aiuto Catechisti,

- Guerrini Arianna, Melandri Ilaria, Bernabei Federico: Campi Estivi, CREE.

- Peroni Ivan, Raffoni Mirko, Melandri Gioele per il settore sport ragazzi

6. BUCCI MARIA LUISA: Coordinatrice della Contabilità parrocchiale

E’ referente diocesana per l’8xmille. Festa di Sant’Antonio e di iniziative a sostegno della Chiesa parrocchiale.

E’ aiutata da:

-         Zannoni Stefania per il riassetto e ordine sala e cucina “Don Valentino

-         Barzanti Giuliano per le piccole manutenzioni spicciole

-         Mazzotti Giuseppe: lampade, apparecchiature elettroniche, amplificazioni, impianti vari, controllo contatori e consumi.